Stilisti giapponesi

Presentiamo di seguito alcune opere di tre giovani stilisti giapponesi di cui si ・recentemente occupata la stampa internazionale.

Shinichiro Arakawa.

La sua collezione autunnale presentata a Parigi infatti ・piena di abiti, giacche e pantaloni rossi. Questo perch・ il trentaquattrenne di Gunma sostiene che quando i colori vengono filtrati attraverso il rosso diventano pi・simili. Ci・secondo lui rifletterebbe l'omogenizzazione della cultura globale. "Quel qualcosa di unico che caratterizza gli individui sta andando perduto e tutti stiamo diventando rossi." Tuttavia nel suo caso il rosso ・il colore di chi cerca il cambiamento con rabbia. Arakawa fa parte di una nuova generazione di stilisti che sta emergendo dalla crisi economica e che si contrappone alle forze dello stile convenzionale e alla globalizzazione. Il loro punto di vista ・iconoclastico, spiritoso e spesso si autodisapprova. I loro abiti sono giocosi, con linee slanciate e qualche volta tagli asimmetrici. In quest'era multimediale le loro creazioni spesso diventano anche oggetti artistici, pubblicit・o cartoni animati, il che rende la moda semplicemente un'altra forma di intrattenimento multimediale. Questi stilisti commercializzano il loro prodotto utilizzando tattiche da guerriglieri, spesso attaccando grandi gruppi e raccolgono interesse ovunque.

Hiroaki Ohya.


A destra, due tipici abiti della collezione di Hiroaki Ohya.

Masahiro Nakagawa.
Di seguito, un ritratto di Masahiro Nakagawa con la sua collezione di abiti ispirati al riciclaggio dei materiali


Katsuya 2002

Indietro